Osservatorio digitale

Il servizio "Consulente digitale delle pensioni" fornito dall’INPS

L’area riservata MyINPS è stata sviluppata con l’obiettivo di rendere più efficienti i processi informativi attraverso una modalità di contatto personalizzata con gli utenti.

Le nuove frontiere della PA digitale

Da PagoPa passando per la digitalizzazione delle notifiche ed il domicilio digitale INAD, al sistema di gestione delle deleghe. Tutti i servizi che avvicineranno digitalmente - nel breve - la PA ai cittadini e alle imprese. 

Tutto sulla CIE (carta di identità elettronica)

La Carta d’Identità Elettronica (CIE) è una smart card dotata di microchip contactless che sostituisce la tradizionale carta d’identità cartacea. Rispetto a quest’ultima, la CIE ha un maggior livello di sicurezza, grazie alle caratteristiche e tecniche anticontraffazione con cui viene realizzata.

Studi medici: la sottoscrizione elettronica del consenso informato

L’acquisizione del consenso informato esige, quale prerequisito che al potenziale partecipante, vengano fornite tutte le informazioni necessarie alla comprensione di possibili rischi e benefici nonché la descrizione di quel che accadrà durante il suo svolgimento.

I vantaggi della Firma Digitale Remota

La Firma Remota è una soluzione che fa parte della più grande famiglia delle firme digitali fra cui menzioniamo le più famosa firma con smart card e firma con chiavetta USB. È errato affermare, come da molte fonti si apprende, che una firma digitale sia migliore delle altre. È più pertinente affermare, piuttosto, che ad uno specifico caso d’uso corrisponde una specifica soluzione. In questo breve intervento faremo un focus sulle caratteristiche della firma digitale remota.

INAD nuova versione 2.0. Linee-guida AgID

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 172 del 25 luglio, è entrata in vigore la nuova versione 2.0 delle Linee-guida sull’Indice nazionale dei domicili digitali delle persone fisiche, dei professionisti e degli altri enti di diritto privato non tenuti all’iscrizione in albi, elenchi o registri professionali o nel Registro delle imprese.

Adeguati assetti: da obbligo ad opportunità

Il 15 Luglio 2022 è scattato l’obbligo per tutte le aziende italiane di istituire un adeguato assetto organizzativo, amministrativo e contabile. Obbligo che deriva dall’entrata in vigore della legge 155/2017 che, di fatto, rivoluziona il diritto fallimentare e si allinea a quelle che sono le direttive europee in materia.

UFFICIO TELEMATICO